Piemonte.Imprenditoria.giovanile.femminilePiemonte: Fondo di Garanzia femminile e giovanile - LR 12/04.

Il fondo è istituito per favorire l’accesso al credito delle piccole imprese femminili e giovanili.

Beneficiari sono le piccole imprese femminili e giovanili che abbiano i seguenti requisiti. 
Sono ammissibili le spese sostenute a partire dai sei mesi precedenti la presentazione della domanda. comprese le spese in conto gestione. Sono ammissibili anche gli acquisti di beni usati.

L'agevolazione consiste in una garanzia gratuita sull’80% di un finanziamento agevolato, di importo compreso tra € 5.000,00 e € 40.000,00, erogato da una banca convenzionata. Misura aperta. Domande a sportello. Chiedi informazioni

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 

PIEMONTE: FONDO DI GARANZIA FEMMINILE E GIOVANILE - LR 12/04

 

Fondo di Garanzia femminile e giovanile


FINALITÀ

Il fondo è istituito per favorire l’accesso al credito delle piccole imprese femminili e giovanili.


Beneficiari

Piccole imprese femminili e giovanili che abbiano i seguenti requisiti:

  • operino nei settori ammessi dal Regolamento n. 1998/2006 (“De minimis”);
  • siano iscritte al Registro Imprese, con sede legale e operativa nella Regione Piemonte;
  • al momento della presentazione della domanda, siano attive da almeno 12 mesi;
  • siano finanziariamente sane.

Requisiti per le imprese a prevalente partecipazione femminile:

  • imprese individuali: il titolare deve essere donna;
  • società di persone e cooperative: almeno il 60% dei soci devono essere donne;
  • società di capitali: almeno i 2/3 delle quote di capitale devono essere detenute da donne e l’organo di amministrazione deve essere composto da donne per almeno i 2/3.

Requisiti per le imprese a prevalente partecipazione giovanile:

  • imprese individuali: il titolare deve essere un giovane di età tra i 18 a 35 anni;
  • società di persone e cooperative: almeno il 60% dei soci devono essere giovani di età tra i 18 a 35 anni;
  • società di capitali: almeno i 2/3 delle quote di capitale devono essere detenute da giovani di età tra i 18 a 35 anni e l’organo di amministrazione deve essere composto da giovani di età tra i 18 a 35 anni per almeno i 2/3.

SPESE AMMISSIBILI

Spese sostenute a partire dai sei mesi precedenti la presentazione della domanda:

  • spese in conto gestione relative a:
    • materie prime;
    • semilavorati;
    • prodotti finiti (merci destinate alla vendita);
  • locazione di immobili
    (il contratto di locazione deve avere una durata superiore al piano di ammortamento;
  • formazione e qualificazione del personale;
  • servizi di miglioramento e sviluppo della gestione e della conduzione dell’impresa;
  • acquisto di brevetti, realizzazione di sistemi di qualità, certificazione di qualità, ricerca e sviluppo;
  • opere murarie e assimilate;
  • impianti, macchinari, attrezzature, arredi, funzionali all’attività dell’impresa; mezzi di trasporto, se indispensabili per lo svolgimento dell’attività e con destinazione d’uso esclusiva rispetto a quest’ultima;
  • sistemi informativi integrati per l’automazione, impianti automatizzati o robotizzati, software;
  • investimenti per ottenere migliori condizioni di sicurezza, accessibilità e ambiente;
  • spese di intermediazione con gli Operatori immobiliari sostenute per la nuova collocazione dell’impresa;
  • spese generali supplementari (fino a un massimo del 10% della spesa ammissibile).

I beni usati sono considerati ammissibili.

 

SPESE ESCLUSE

  • beni acquisiti o da acquisire in leasing;
  • spese per l’utilizzo di un marchio in franchising;
  • spese di gestione relative al personale, ai rimborsi soci e le spese auto fatturate.

Le consulenze devono necessariamente essere fornite da:

  • imprese e società (anche cooperative) iscritte al Registro Imprese;
  • enti pubblici e privati con personalità giuridica;
  • enti privati costituiti con atto pubblico;
  • professionisti iscritti ad un albo professionale legalmente riconosciuto.

 

AGEVOLAZIONE

Garanzia gratuita sull’80% di un finanziamento agevolato, di importo compreso tra € 5.000,00 e € 40.000,00, erogato da una banca convenzionata.


DURATA DEL FINANZIAMENTO

  • 48 mesi, con rimborsi trimestrali,
    per finanziamenti di importo massimo € 20.000,00;
  • 72 mesi, con rimborsi trimestrali,
    per finanziamenti di importo superiore a € 20.000 fino a un massimo di € 40.000,00.

 

DOMANDA

Le domande devono essere presentate via Internet.

La versione cartacea della domanda deve essere inviata tramite raccomandata A/R 


ITER

  • Le domande sono esaminate da un Comitato tecnico.
  • In caso di valutazione positiva del Comitato si richiede la necessaria delibera alla banca finanziatrice.
  • La concessione della garanzia avviene in seguito all’approvazione del Comitato tecnico e della banca prescelta.
  • Il finanziamento viene erogato in un’unica soluzione dall’Istituto di credito al ricevimento della concessione della garanzia.
  • L’impresa deve presentare il rendiconto nei 30 giorni successivi alla data di conclusione del progetto, che deve terminare entro 24 mesi dalla data di erogazione del finanziamento.

 

NORMATIVA COMUNITARIA DI RIFERIMENTO

Regolamento (UE) n. 1407/2013 – De minimis

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI